Il tartufo una prelibatezza sempre più presente nelle nostre tavole.

In molti quando acquistano da noi il tartufo fresco ci chiedono: ma come si conserva e come si pulisce il tartufo? Scopriamolo!

Come si conserva il tartufo?

Si conserva nel reparto frutta e verdura a 2-4 gradi, avvolto da un panno o carta da cucina assorbente, questo perchè il tartufo trasuda dell’umido che deve essere assorbito dalla carta in modo che resti asciutto e non sviluppi delle muffe.

Va mantenuto terroso (quindi senza spazzolarlo e senza rimuovere la terra) e va conservato senza lavarlo fino a quando non si decide di consumarlo. Solo quando lo si tira fuori dal frigo per mangiarlo lo si pulisce.

Come si pulisce il tartufo?

Va spazzolato sotto acqua corrente, va eliminata la parte del terriccio e va tamponato e asciugato bene ed è pronto per essere consumato.

Se avanza lo rimettiamo nel frigo così, sempre avvolto da carta assorbente.

Quanto dura il tartufo?

Il tartufo bianco è piu delicato rispetto ai neri, questi ultimi infatti durano qualche giorno in più.

È importante mantenere il tartufo alla temperatura 2-4 gradi e all’asciutto in questo modo il tartufo bianco può durare anche 2 settimane, il tartufo nero invece può durare anche 20 giorni.

Il consiglio, tuttavia, è sempre di consumarli in una settimana o al limite 10 giorni da quando lo si acquista. questo perchè non si sa mai chi l’ha avuto prima di noi da quanto tempo lo ha raccolto e come l’ha conservato. Quindi meglio non allungare troppo i tempi.

I tempi su indicati quindi si riferiscono ai tartufi freschi raccolti in giornata.

Lascia un commento

Shopping cart

0

No products in the cart.

it_IT
×